Assemblea per il Roma Pride 2012

Ciao a tutte e tutti,
vi scriviamo per informarvi sulle ultime vicende riguardanti il Pride, e per invitarvi, se volete, ad un incontro che vorrebbe essere un momento di analisi e allo stesso tempo di costruzione del percorso per il Pride di Roma di questo anno.

Orgogliosamente lgbtiq è un gruppo nato due anni fa durante il percorso per l’organizzazione del Pride 2010.

Le diverse dinamiche politiciste e destroidi di chi organizzava quel pride (e la p minuscola non è casuale) ci spinsero a scrivere un documento dal titolo “noi non ci saremo”. Il documento è stato molto condiviso e le firme di chi rifiutava quel pride sono arrivate da tutta Italia.

Orgogliosamente è “il prodotto” di quel documento, per lo meno sulla scena romana.

Lo scorso anno c’è stato l’EuroPride, alla costruzione del quale noi abbiamo partecipato attivamente, portando contributi importanti soprattutto al documento politico (che potete trovare sul sito dell’EuroPrideRoma2011).

Tra le iniziative spiccava il Pride Park, un’esperienza positiva di integrazione e socialità.

E mentre la comunità viveva giorni molto speciali, un assemblaggio di soggetti romani (di destra, singoli, non riconosciuti) registrava formalmente, con tanto di atto notarile, il “Coordinamento Roma Pride 2012“. Un’entita’ di carta, i cui metodi decisionali, pratiche e scopi non sono conosciuti.

Di fatto il nome è stato scelto ad arte solamente per gettare confusione e cercare di autoassegnarsi, ovvero appropriarsi della “gestione” del pride.

Quest’entità, che da noi non è riconosciuta e mai lo potrà essere, ha convocato un incontro, invitando le diverse associazioni, con lo scopo di “superare i limiti delle diversità e fare un pride unitario”.

Inutile sottolineare la poverta’ politica e l’evidente cattiva fede di una convocazione del genere.

Nonostante le numerose contraddizioni che LORO vivono (adozione si/no, coppie di fatto si/no, depatologizzazione si/no) come Orgogliosamente abbiamo deciso di partecipare all’ultimo incontro, tenutosi 2 settimane fa. Non ci ha stupiti/e, quindi, di trovarci di fronte ad applausi scroscianti, violenza verbale, urla e interventi a dir poco surreali.

Ci siamo andate/i poichè pensiamo che la parata del pride sia un momento importante per tutta la comunità lgbtiq e perchè non vogliamo buttare via anni di movimento.

Quell’assemblea si è conclusa, come era prevedibile, con un nulla di fatto (visto i disaccordi gargantueschi delle lobby in gara). Si è riconvocato un ulteriore incontro sabato 10 marzo, al
quale parteciperemo.

Vogliamo “provare a riprenderci un pride, quello di Roma “, continuare a renderlo accessibile, e parlare di contenuti, cultura, politica e non di interessi.

Se quel luogo diverrà un posto chiuso, vuoto di contenuti non sarà più nelle nostre agende. Non occuperemo le nostre giornate dietro giochini di potere inutili.

Questa mail non vuole palesare tutte le dinamiche economico-politiciste presenti in quel luogo
(sarebbe lungo e noioso), bensì vuole essere un invito ad alzare la testa, guardarci intorno e provare a ricostruire una rete, larga, partecipata, di donne, lesbiche, gay, intersessuali, trans, queer, femministe, migranti, che provi a fare del pride un percorso reale, di lotta e di divertimento.

Nel 2010 abbiamo detto “noi non ci saremo” ora abbiamo bisogno di dire “noi non ci stiamo” di fronte alla proto-politica di chi cerca una poltrona alle prossime elezioni.

Non faremo un passo indietro dal documento elaborato collettivamente lo scorso anno per l’Europride ma proporremo l’integrazione di ulteriori contenuti, e la condivisione di pratiche di apertura per continuare un percorso collettivo di tutte e tutti.

Per questo abbiamo deciso di “invitare ” tutte/i coloro che sono interessate/i a partecipare, alla prossima riunione di “orgogliosamente” per costruire questa lunga e tortuosa, ma eccentrica e ostinata strada verso I Pride.

Ci vediamo Giovedì 8.3.2012 alle ore 19.30 al Circolo di cultura omosessuale Mario Mieli, in
via efeso 3a, vicino alla stazione metro B San Paolo.
Orgogliosamente, a presto.

This entry was posted in Roma Pride 2012. Bookmark the permalink.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *